Segnalazione: RIFLESSI DI NOI Vol 1 [Valentina C.]

Card- riflessi di noiTitolo = Riflessi di noi (vol 1)
Autore = Valentina C.
Genere = Contemporary romance – age gap
Editore = Amazon KDP – self publishing
Disponibile su = Amazon (ebook €2,99, cartaceo €13,99)
Data di pubblicazione = 22 febbraio 2021

DIVISORE ritagliato

SINOSSI:

Olimpia è una studentessa diciottenne, parte di una normale e modesta famiglia milanese a cui la vita ha presentato un conto salato e ingiusto sin troppo presto. Un evento traumatico la sconvolge nel profondo e la costringe a doversi rimboccare le maniche per sopperire ai bisogno familiari.
Il giorno dell’open day dell’università che spera di poter frequentare, nonostante i suoi progetti siano ormai un grande punto di domanda, si accorge di un cartello affisso alla vetrina di un locale che cerca personale.
Ed è lì che per la prima volta si tuffa in quei magnifici occhi blu come il mare, in cui si perde senza ritrovarsi mai più.
Quel tuffo nel blu sarà per lei un nuovo inizio, o forse la sua fine?
Dorian è un imprenditore trentottenne di successo, proprietario della catena di locali più importanti del Paese e figlio di un magnate dell’industria italiana. La sua vita pesa quanto il suo cognome, nonostante cerchi di discostarsene provando a vivere da persona “normale”, non avvezza alla mondanità e desiderosa di creare i suoi successi per meritocrazia e non per via dei privilegi derivanti dal nome che porta.
La sua esistenza cambia radicalmente quando nel suo locale entra lei, una ragazza dallo sguardo verde smeraldo di cui si invaghisce irrimediabilmente. Ed è un’andata, senza possibilità di ritorno.
Si dice che ci si innamori prima con gli occhi. Niente di più vero!

 Due mondi completamente diversi. Due vite, l’una l’opposto dell’altra. Due persone che insieme, agli occhi degli altri, potrebbero sembrare sbagliate, ma che per loro stesse sono la cosa più giusta che possa esistere, l’una il riflesso dell’altra.
Due rette parallele riusciranno mai a realizzare un meraviglioso cerchio perfetto, nonostante tutto?

 Questa è la storia di un amore anticonvenzionale, destinato a lottare per sopravvivere, nato sotto il cielo della bellissima Milano.

DIVISORE ritagliato

ESTRATTO:

“«Tu potresti avere un’infinità di donne ai tuoi piedi mentre io voglio soltanto te e non per i prossimi cinque, dieci, vent’anni, io ti voglio a tempo indeterminato[…]

«Non so se, come dici tu, potrei avere un’infinità di donne ai miei piedi, ma di una cosa sono certo: io voglio cadere solo ai tuoi.»”

Non perdetevi questa nuovissima uscita

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

Recensione: Io sono una famiglia. Il gabbiano [Liz Chester Brown]

io sono una faigliaTitolo = Io sono una famiglia. Il gabbiano

Autore = Liz Chester Brown

Genere = Narrativa contemporanea

Pagine = 240

Data di pubblicazione = 2019

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Sullo sfondo di una Liguria arroccata tra cielo e mare, le vicende di Arianna, dall’infanzia all’età matura, raccontate con sereno distacco e un pizzico di ironia. Un dramma familiare moderno che, con la leggerezza di un battito d’ali, non volge mai in tragedia grazie all’incrollabile forza dell’amore. La protagonista, nata e cresciuta senza l’amore materno, riuscirà infatti a uscire dal suo labirinto tirando fuori tutta l’energia positiva e costruttiva trasmessale dal padre e tenuta soffocata dalla malattia della madre. Un racconto che rimanda, per analogie di contenuto e di impalcatura narrativa, al “Notturno” op. 48 n. 1 di Fryderyk Chopin.

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog, per parlarvi di un libro che mi è stato gentilmente inviato dall’autrice.

Vi premetto già che ho divorato questo libro in un paio di giorni. E’ stato così coinvolgente che proprio non sono riuscita a posarlo nemmeno un attimo.

Siamo in Liguria, e protagonista è una donna allo stesso tempo insicura ma anche forte.
Arianna ha avuto un’infanzia difficile, con una madre che non ha mai sopportato nemmeno la sua vista, e un padre che invece la adorava.
La sua infanzia è stata però segnata in modo indelebile, e le insicurezze causate da tutti questi anni l’hanno poi portata a rivolgersi a uno specialista, per cercare di razionalizzare i suoi sentimenti e sensazioni.

L’autrice riesce a descrivere i pensieri della protagonista e dei personaggi principali in modo magistrale. In più punti mi sono sentita parte della storia e anche io ho provato dolore, rabbia o rassegnazione per i meccanismi disfunzionali all’interno di quella famiglia.

Un libro che racconta una storia di vita vera, nella sua tragicità, in modo veritiero e “crudo”. Ma cercare di indorare la pillola sarebbe stato decisamente controproducente.
I fatti raccontanti in questo libro fanno molto riflette su quanto l’ambiente in cui cresciamo influenzi in modo quasi totalitario la nostra vita e il nostro modo di essere.
Ma ci fa anche chiedere: saremmo in grado di reagire contro una persona a cui vogliamo bene? D’altro canto, la mamma è sempre la mamma. Può avere atteggiamenti nocivi nei confronti dei figli, ma loro la vedranno sempre come un punto di riferimento e cercheranno sempre, nel bene e nel male, di farla felice.
Riuscire a capire che ci sono comportamenti che non vanno mai accettati, e soprattutto far entrare un dottore (estraneo) nelle dinamiche familiari, può essere distruttivo. Si va a minare ancora di più il già precario equilibrio familiare.

Con questo libro capiamo però anche quanto questo sia necessario. Affidarsi ai professionisti è l’unica alternativa che abbiamo, per cercare di recuperare il recuperabile.
Un libro che mi ha conquistata.

Avete letto questo libro? Vi piacciono queste tematiche?

Recensione: Il pianeta pirata [Douglas Adams]

il pianeta pirataTitolo = Il pianeta pirata

Autore = Douglas Adams

Pagine = 372

Data di pubblicazione = 2017

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Alla ricerca dei sei frammenti della Chiave del Tempo, il Dottore, Romana e K-9 ne individuano uno sul pianeta Calufrax. Atterrano nel punto giusto… ma sul pianeta sbagliato! Sono infatti giunti su Zanak, un pianeta prospero e felice. Praticamente perfetto. Ma dev’esserci per forza qualcosa di sbagliato, se non c’è nulla di sbagliato, pensa il Dottore. E infatti Zanak nasconde un segreto…

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog per parlarvi di Doctor Who.

Posto che tutti noi amiamo Doctor Who (mi state dicendo che non lo amate? Ma come?! E’ così divertente e intelligente e pazzo, tutto insieme, che davvero non può non avervi conquistato), è il primo libro che leggo con lui come protagonista.

Sono in pari con la serie tv e per questo approcciarmi al libro è stato molto strano: la sensazine era quella di “vedere una puntata al rallentatore”. C’è tutto: le avventure, le idee pazze del Dottore, le sfide, e dei cattivi tanto cattivi.

Il libro è molto ironico e si legge facilmente. L’autore è riuscito a trasporre tutto ciò che io amo nel dottore della serie tv: un soggetto matto, ma anche autoritario e intelligente, profondamente gentile e innamorato della Terra e degli esseri umani.
Un uomo che si finge solitario, ma che non disdegna MAI la compagnia di qualcuno e che anzi è disposto a dare la vita per i suoi amici umani.

La lettura è scorrevole e la storia è piena di colpi di scena, per nulla scontata. Tipici sono gli arrovellamenti del Dottore, come nella serie tv (davvero, vi sembrerà quasi di veder girare gli ingranaggi del suo cervello).

Un aspetto del libro che ho molto apprezzato è che, grazie alla carta, si può indagare molto di più l’Io del dottore, i suoi pensieri e sentimenti, che nella serie tv non traspaiono molto spesso.

Un libro super consigliato!

Avete letto uno dei libri su Doctor Who?

Recensione: Eterni prigionieri [Gabriele Iacono]

eterni prigionieriTitolo = Eterni prigionieri

Autore = Gabriele Iacono

Pagine = 36 pagine

Data di pubblicazione = 11.8.2020

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Igor, Alma e Aamir: Un uomo, una donna e un bambino.
Tre viaggi e tre storie. Un unico grande sogno: quello di vivere.
Un viaggio attraverso il mare e attraverso i sogni e le paure di un popolo senza nome.
Una storia di immigrazione, di razzismo e di discriminazione…o forse più semplicemente la storia degli uomini: degli uomini che hanno il coraggio di morire e la forza per tornare a vivere.


“Il destino si era accanito su di loro con estrema durezza: erano vivi perché avevano resistito?
Perché erano i più forti?
O forse erano stati soltanto fortunati…vite da pescare nel fondo buio di un sacchetto, da gettare via o da risparmiare? “

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog per parlarvi di un racconto breve che mi ha conquistata con ogni suoi parola.

L’autore, un ragazzo di 16 anni, ha saputo cogliere il fulcro della questione dell’immigrazione nel Mediterraneo, senza perdersi in chiacchere ma andando dritto al cuore.

Poche pagine che contengono 3 storie. 3 persone che tentano la sorte combattendo per la vita. Una vita che può essere strappata loro in un attimo senza neanche un perchè.

Ho dato 5 stelle a questo libro, e non ci ho dovuto pensare nemmeno un secondo. I temi trattati sono così limpidi nella loro tragicità da non lasciare nessuno spazio a dubbi o contestazioni. Mi sono segnata diverse frasi di questo libro, molte più che in altre storie decisamente più lunghe.

“Igor sperava che sarebbero andati in paradiso, dopo tutti quegli anni trascorsi all’inferno. Molti pregavano per essere risparmiati, gli altri si erano già arresi perchè Dio li aveva abbandonati. Come può una divinità permettere tutto questo?”
“Chi assiste a questo tipo di azioni e non fa nulla per ristabilire il giusto equilibrio è ancora più colpevole di chi semina odio”
“Appena sceso dalla nave, percepì subito l’indifferenza del mondo intero. E se non era l’indifferenza a colpirlo, lo faceva l’odio: puro e ingiustificato”. 

Questo libro è un concentrato di riflessioni su come l’indifferenza umana (se non l’odio, ancora peggiore) può causare delle ingiustizie di cui quasi non ci rendiamo conto, ma che condizionano la vita di migliaia di persone.
E’ una cosa che io ripeto sempre: dobbiamo pensare più spesso a quanto siamo fortunati a essere cresciuti nella parte “giusta” del mondo. E’ facile non rifletterci su, quando ci si è dentro. Ma quando siamo avvantaggiati dal fatto di essere “bianchi” ed “europei”? Non parliamo poi anche del fatto di essere “uomini” o “donne”, perchè si aprirebbe tutto un discorso a parte.

Questi 3 racconti sono un buon punto di partenza per riflettere su tutto quello che NON stiamo facendo e che potremmo fare, nel nostro piccolo, per non uccidere queste persone. Perchè di questo si tratta: non facendo niente noi contribuiamo alla morte di queste persone e a rendere la loro vita un inferno.

Chi si merita di essere trattato con tutto questo odio? NON di certo delle persone che fuggono dalla miseria e dalle guerre.

Se non avete letto questo libro, io ve lo consiglio caldamente!

Recensione: Queste oscure materie Saga [Phillip Pullman]

la bussola d'oro

Buongiorno lettori, oggi sono qui con la recensione di un must della letteratura fantasy, una saga che tutti, a mio parare, dovrebbero leggere almeno una volta.

Queste oscure materie è una trilogia (link Amazon) composta da:

  • La bussola d’oro: 354 pagine (voto: 5 stelline)
  • La lama sottile: 300 pagine (voto: 5 stelline)
  • Il cannocchiale d’ambra: 451 pagine (voto: 4 stelline)

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Lyra vive in Inghilterra in un mondo alternativo in cui ogni persona è affiancata da un proprio Daimon, un alter ego animale che permette la connessione alla Polvere, un elemento che permette di rendere reali i propri pensieri. Il Magisterium, al fine di dominare il mondo, vuole eliminare questa possibilità. A seguito della scomparsa di alcuni bambini, Lyra, per svelarne il mistero, viaggia attraverso mondi paralleli.

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

No, non è un’aberrazione. Il comportamento di queste particelle è alquanto incontrovertibile. La Polvere fluisce dentro uomo tramite il suo Daimon, da una città di un altro mondo. Un mondo simile al nostro, in un universo parallelo che coesiste con il nostro. Invisibile, intangibile, inaccessibile… fino ad ora. Da lì e da un miliardo di altri mondi, la Polvere fluisce. Mondi di infinite possibilità: alcuni in cui gli uomini non hanno Daimon, alcuni in cui i Daimon non hanno uomini.

Buongiorno lettori! In occasione dell’inizio della seconda stagione di His dark materials, vi porto la recensione della saga da cui la serie tv è tratta.

Ho impiegato molto tempo per leggere questa saga, e probabilmente se il mio ragazzo non avesse insistito così tanto non lo avrei nemmeno fatto (mi ci sarei dedicata prima o poi, ma al massimo per poter dire che anche io sapevo di cosa si trattasse).

E’ una delle storie più belle che io abbia mai letto, piena di colpi di scena, cose da scoprire, viaggi e avventure da intraprendere, amici da salvare.

Questa storia ha tutto: l’avventura, il mistero, la magia, i combattimenti, gli intrighi politici e l’amore. Mi ha coinvolta dalla prima all’ultima riga e mi ha fatto scoprire mondi per i quali, se potessi viverci, mollerei tutto quello che ho qui e partirei immediatamente.

Lyra, la protagonista, mi ha dato subito l’impressione di essere una birbante, quasi in senso negativo. L’inizio de “La bussola d’oro” è un via vai continuo di lei e i suoi amichetti e delle loro scorribande in giro per Oxford. Sembrava quasi una bambina viziata, alla quale nessuno aveva insegnato la buona educazione, solo perchè era nipote di un “pezzo grosso”.
Ma mi sono ricreduta praticamente subito: è una ragazzina furba e in gamba, intelligente e scaltra quel che serve per sopravvivere nel “mondo degli adulti” senza farsi mettere i piedi in testa, e soprattutto fedele agli amici.
Il viaggio che intraprende nel primo libro introduce tantissimi personaggi, tutti con proprie caratteristiche peculiari, mai lasciate al caso.

Il secondo libro è stato un po’ più particolare: coinvolgente come il primo (anche se tra i 2 preferisco di gran lunga La bussola d’oro) ma con qualcosa in più perchè viene inserito il punto di vista di un altro personaggio, che poi diventerà il protagonista della storia al fianco di Lyra.

L’unica “nota dolente” della saga, se così la vogliamo chiamare, è il terzo libro.

La prima parte è quasi la migliore di tutta la narrazione: tra colpi di scena uno dietro l’altro si percepisce che si sta per arrivare al fulcro della storia, quando ci sarà la grande battaglia finale e si avranno le risposte a molte domande. C’erano davvero i presupposti per un finale stratosferico. Ma non è stato così: a mio parere, quella che doveva essere la “bomba” (da cui dipende tutto ciò che i personaggi hanno fatto fino a quel punto) viene spiegata in qualcosa come 2 righe e liquidata lì, come se fosse una cosa di poco conto, mentre in realtà è l’evento che segna poi il destino di tutti.

Non so, questa parte non mi ha proprio convinta. Sul finale vero e proprio, poi, nulla da dire. Non è il finale che volevo e che immaginavo, ma era abbastanza ovvia che quella sarebbe stata la soluzione più confacente.

Ecco qui la mia recensione, spero la troviate interessante. Avete letto questa saga?