#untemapertutte: Recensione: Sissi, vita e leggenda di un’imperatrice [Nicole Avril]

sissiTitolo = Sissi, vita e leggenda di un’imperatrice

Autore = Nicole Avril

Genere = Biografico, storico

Pagine = 342

Data di pubblicazione = 1996

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Dotata di un carattere forte e indomabile, straordinaria amazzone, appassionata viaggiatrice, poetessa sensibile, Elisabetta, detta Sissi, figlia del duca Max di Baviera, è una delle figure femminili più famose della storia. Di lei quindicenne si innamorò l’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria-Ungheria che, contro il parere di tutti, decise di sposarla. Oltre al fascino e alla bellezza, nella giovane donna Francesco Giuseppe trovava quella gioia di vivere, spesso fuori da ogni regola ed etichetta di corte, a cui egli non aveva mai potuto abbandonarsi. In queste pagine, sullo sfondo di eventi cruciali della storia d’Europa, rivive la figura di una sovrana ribelle e anticonformista, che non trovò mai pace, nemmeno tra le braccia di coloro che l’amarono.

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Oggi torno, dopo una piccola pausa sul blog per colpa degli impegni universitari.
Vi presento il primo libro letto in collaborazione con alcune lettrici, per il GDL #untemapertutte. Ogni mese decidiamo insieme un tema, e ognuna di noi contribuirà leggendo un libro o guardando un film sul tema.

Per il mese di ottobre il tema era “regine/principesse” e io ho deciso di leggere una biografia sulla bellissima Sissi, di cui volevo sapere qualcosa di più da molto tempo.

Quindi iniziamo!

Per prima cosa, scordatevi la bella e sorridente principessa Sissi del cartone animato. Proprio scordatevela! Perchè lì di veritiero ci sono, forse, solo i suoi bei capelli.
Sapevo che la storia di questa principessa era molto più travagliata di quello che la maggior parte della gente pensava, ma sono rimasta stupita lo stesso.

Un bambina, praticamente, che accompagna la sorella Elena a incontrare il suo futuro sposo, l’imperatore, nonchè loro cugino. Una bambina che si trova improvvisamente nelle grazie dell’uomo più potente d’Austria e che gli viene data in sposa.
L’innocente Sissi però non sapeva cosa avrebbe comportato, anche se già allora soleva prorompere con un “se solo non fosse l’imperatore”.

La vita di Sissi sarà stravolta, e non solo da sfarzi ed etichetta di palazzo, ma anche da tutte le persone che la circondano. Dame e governanti sono infatti tutte fedeli alla madre dello zar, l’arciduchessa Sofia, che, ovviamente, non apprezza Sissi. Avrebbe di gran lunga favorito la più elegante e a modo Elena.

Da questo momento la vita di Sissi non è più sua e lei si troverà a dover combattere la più dura di tutte le guerre, quella contro la suocera.
Ho molto apprezzato questo modo di essere di Sissi che, non essendo stata educata a vivere nell’altissima società, si trova tutti contro. Lei, stoica, continua per quel che può a ribellarsi e a non farsi abbattere. Va a cavallo, passa le giornate a fare esercizi ginnici e coltiva l’unica cosa che le è rimasta: la sua straordinaria bellezza.

Quando la guerra le porterà via ogni speranza di felicità lei trova ancora qualcosa per cui lottare. Oltre ai suoi figli, diventa madre anche dell’Ungheria, paese schivo ma che la accoglierà a braccia aperte e che lei considererà sempre la sua casa.

La storia è molto toccante. Una donna che vede distruggersi piano piano il suo mondo. Una donna che, uno alla volta, vede scomparire tutte le persone che ha di più care. Quando perderà anche la sua bellezza, dovuta a una lunga malattia che negli anni l’ha logorata, per lei sarà quasi preferibile la morte.

Ho amato la storia di questa principessa, così forte e che ha sofferto così tanto ma che non si è mai data per vinta e ha cercato tutta la vita di tenersi stretto ciò che il mondo voleva portarle via. Sono convinta però che ci sia molto altro da poter conoscere su di lei e quindi non vedo l’ora di leggere altre biografie.

Avete letto questo libro o qualche libro su Sissi?

Recensione: La saga del Dominio [Licia Troisi]

Titolo = La saga del Dominio: Le lame di Myra + Il fuoco di Acrab + L’isola del santuario
Autore = Licia Troisi
Genere = Fantasy, Young Adult
Pagine = 384 + 330 + 290
Pubblicazione = 2016 – 2018

Link Amazon

VOTO:

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Dopo l’apocalisse dei Cento Giorni d’Ombra, il Dominio è stato quasi interamente ricoperto di ghiacci e nevi. Solo le terre più a Sud rimangono temperate e rigogliose, mentre a Nord si muovono popoli in costante lotta per la sopravvivenza, spesso in guerra tra loro. La grande federazione di clan agli ordini di Acrab ha però un sogno molto più grande che la conquista di un pezzo di terra. Lui non vuole solo trovarsi uno spazio all’interno del Dominio, ma vuole rovesciarlo, distruggendo il potere dei maghi detti Camminanti. La loro magia, infatti, sfrutta la sofferenza degli Elementali, che i Camminanti hanno ridotto in schiavitù, mentre Acrab immagina un regno dove umani ed Elementali convivano. La strada per arrivarvi, però, passa attraverso la conquista dei numerosi regni che compongono il Dominio, una cruenta battaglia dopo l’altra. In prima fila nell’esercito di Acrab vi è Myra, che il comandante ha salvato dall’arena degli schiavi e cresciuto come una figlia. La sua abilità con i walud, le spade a forma di mezzaluna, ha assicurato all’esercito di Acrab la vittoria in più di un’occasione. Ora, però, Myra ha un’altra e più personale battaglia da combattere. A differenza di quanto ha sempre creduto, ha scoperto infatti che la sua famiglia non è stata uccisa per una disputa sulla terra, ma per un segreto che porta alla morte chiunque ne venga a conoscenza. Myra parte così alla ricerca della verità…

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori e benvenuti o ben tornati in questo angolino libroso!

Oggi vi parlo di una saga che ho molto apprezzato, della mia adorata Licia Troisi. Come probabilmente sapete già se mi seguite da un po’, io apprezzo veramente molto lo stile di quest’autrice. Amo soprattutto l’ambientazione che lei riesce sempre a creare (io non sono una che adora leggere pagine e pagine di descrizioni e paesaggi, ma i suoi li leggerei all’infinito).
Ma bando alle ciance, iniziamo con la recensione!

L’anno scorso ho attraversato un blocco del lettore molto persistente, che mi ha tenuta lontana dai libri dall’estate all’inverno. Non sapevo più che fare e quindi ho adottato lo stratagemma che già una volta mi aveva aiutata: leggere libri di un autore che so già che non mi deluderà. Anni fa avevo infatti sconfitto il blocco iniziando e finendo, nell’arco di una settimana, la saga di Nashira della stessa Troisi (trovate qui la recensione).
Ho quindi iniziato questa saga quasi per scherzo e con poca voglia.
Ma, proprio come mi aspettavo, è “successa la magia”. Sono stata travolta dalla narrazione, e dalla storia di questa ragazzina che fin da piccola è costretta a subire delle sofferenze inimmaginabili ma che, come tutte le protagoniste di Licia Troisi, si rialza e combatte per la propria vita, diventando più forte e sicura di sè.

Le avventure di questa giovane la porteranno in giro per tutto il Dominio, e il suo viaggio si può seguire in modo molto piacevole tramite la bellissima mappa all’inizio del libro.
Incontrerà molte persone che diventeranno importanti per lei, e scoprirà anche il dolore e l’amarezza del tradimento di persone di cui si fidava.

Questo libro non mi è piaciuto tanto quanto la saga del Mondo Emerso, ma, come dicevo prima, lo stile di narrazione di questa autrice riesce sempre a fare breccia nel mio cuore, senza mai annoiare o cadere in ripetizioni.
Le sue ambientazioni sono sempre così ottime che, immergendomi nella storia, mi sembra di sentire il calore del sole sulla pelle, il freddo dei ghiacci in cui la protagonista si troverà a sostare, l’odore della sabbia arida quando lei si troverà nel deserto.
Ma le descrizioni non riguardano solo l’ambiente, ma gli stessi personaggi.
Di loro conosciamo anche i pensieri più profondi e, cosa che più mi colpisce, NON solo dei buoni. La Troisi infatti dedica (qui e in tutte le saghe) diversi capitoli al punto di vista del “cattivo di turno”; ci spiega la loro infanzia, le lo aspirazioni e cosa li ha portati a prendere determinate (cattive?) decisioni. Un’umanizzazione che a volte fa anche entrare in empatia con loro e li fa odiare un po’ di meno. Perchè spesso anche questi cattivi sono mossi da sentimenti come l’amore e la passione, anche se distorti.

Unica pecca: il finale (o più in generale l’ultimo libro). I finali della Troisi non mi piacciono proprio mai. Io capisco il finale d’effetto e tutto, ma non riesco mai ad apprezzarli appieno.
L’ultimo libro, però, oltre per il finale (che tutto sommato era meglio di altri suoi precedentemente letti), mi ha un po’ delusa perchè la narrazione, il più del tempo, mi è sembrata un po’ frettolosa e caotica. C’è tutto un susseguirsi di avvenimenti poco chiari e spiegati a volte in modo superficiale.
In ogni caso anche questo libro si legge volentieri e mi è piaciuto. E l’intera saga si è conquistata un posticino nel mio cuore, come sempre.

Avete letto questa saga o altri libri dell’autrice?

Recensione: Mai solo per finta [Meagan Brandy]

Titolo = Mai solo per finta
Autore = Meagan Brandy
Genere = new adult, fake boyfriend, sport romance
Pagine = 379
Pubblicazione = 5 giugno 2020

Link Amazon

VOTO:

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Finti.  
Ecco cosa siamo. 
Pensavo che sarebbe stato più difficile far credere che il miglior ricevitore della squadra di football della nostra scuola fosse mio e soltanto mio, ma abbiamo recitato bene la nostra parte.  
Così bene che i confini tra noi hanno cominciato a sfumare fino a sparire del tutto.  
Quando menti, però, c’è sempre qualcuno più bravo di te. E nel tempo che mi ci è voluto a realizzare l’errore che stavo commettendo, ero già arrivata al punto di non ritorno.  
Mi sono innamorata della nostra bugia.  
E poi tutto è finito in pezzi. Perché lui è stato più abile di me a giocare la sua partita, anche se non aveva bisogno di spezzarmi il cuore per vincerla.  Ma lo ho fatto lo stesso. 

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori, sono Alessandra e oggi vi porto una nuova recensione. Il libro è un new adult uscito da poco che mi è piaciuto veramente molto.
Ho adorato questo libro e i suoi personaggi, che mi ha tenuta incollata al kindle dall’inizio alla fine.

Nico è un sexy giocatore della squadra di football, un ragazzo misterioso che ti lascia con il fiato sospeso, sia nei suoi momenti dolci che in quelli più sfrontati.
Demi, invece, è una studentessa modello, una ragazza che non si arrende mai. E’ proprio la sua grinta a renderla perfetta nonostante anche lei abbia i suoi problemi.

I protagonisti sono liceali quindi troviamo la narrazione di avvenimenti un po’ più “infantili”, come è giusto che sia. Ma l’autrice è stata brava a non sforzare mai la narrazione in tal senso. Non ci sono scene irreali, ridicolizzate o situazioni troppo allungate.

In questo libro, poi, è presente un pov alternato che personalmente mi piace molto. Permette infatti di entrare più in sintonia con i giovani protagonisti che, nonostante le apparenze, sono molto più simili di quello che si può essere indotti a credere.

E’ il primo libro che leggo di questa autrice ed ho apprezzato il suo stile diretto. Ha saputo dosare bene gli ingredienti per rendere questo libro davvero da 5 stelle.
Quindi se amate anche voi le storie fake boyfriend ambientate al liceo, questo libro fa proprio per voi!

Vi piace questo genere di storie? Avete letto il libro?

//Alessandra