Recensione: Eterni prigionieri [Gabriele Iacono]

eterni prigionieriTitolo = Eterni prigionieri

Autore = Gabriele Iacono

Pagine = 36 pagine

Data di pubblicazione = 11.8.2020

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Igor, Alma e Aamir: Un uomo, una donna e un bambino.
Tre viaggi e tre storie. Un unico grande sogno: quello di vivere.
Un viaggio attraverso il mare e attraverso i sogni e le paure di un popolo senza nome.
Una storia di immigrazione, di razzismo e di discriminazione…o forse più semplicemente la storia degli uomini: degli uomini che hanno il coraggio di morire e la forza per tornare a vivere.


“Il destino si era accanito su di loro con estrema durezza: erano vivi perché avevano resistito?
Perché erano i più forti?
O forse erano stati soltanto fortunati…vite da pescare nel fondo buio di un sacchetto, da gettare via o da risparmiare? “

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog per parlarvi di un racconto breve che mi ha conquistata con ogni suoi parola.

L’autore, un ragazzo di 16 anni, ha saputo cogliere il fulcro della questione dell’immigrazione nel Mediterraneo, senza perdersi in chiacchere ma andando dritto al cuore.

Poche pagine che contengono 3 storie. 3 persone che tentano la sorte combattendo per la vita. Una vita che può essere strappata loro in un attimo senza neanche un perchè.

Ho dato 5 stelle a questo libro, e non ci ho dovuto pensare nemmeno un secondo. I temi trattati sono così limpidi nella loro tragicità da non lasciare nessuno spazio a dubbi o contestazioni. Mi sono segnata diverse frasi di questo libro, molte più che in altre storie decisamente più lunghe.

“Igor sperava che sarebbero andati in paradiso, dopo tutti quegli anni trascorsi all’inferno. Molti pregavano per essere risparmiati, gli altri si erano già arresi perchè Dio li aveva abbandonati. Come può una divinità permettere tutto questo?”
“Chi assiste a questo tipo di azioni e non fa nulla per ristabilire il giusto equilibrio è ancora più colpevole di chi semina odio”
“Appena sceso dalla nave, percepì subito l’indifferenza del mondo intero. E se non era l’indifferenza a colpirlo, lo faceva l’odio: puro e ingiustificato”. 

Questo libro è un concentrato di riflessioni su come l’indifferenza umana (se non l’odio, ancora peggiore) può causare delle ingiustizie di cui quasi non ci rendiamo conto, ma che condizionano la vita di migliaia di persone.
E’ una cosa che io ripeto sempre: dobbiamo pensare più spesso a quanto siamo fortunati a essere cresciuti nella parte “giusta” del mondo. E’ facile non rifletterci su, quando ci si è dentro. Ma quando siamo avvantaggiati dal fatto di essere “bianchi” ed “europei”? Non parliamo poi anche del fatto di essere “uomini” o “donne”, perchè si aprirebbe tutto un discorso a parte.

Questi 3 racconti sono un buon punto di partenza per riflettere su tutto quello che NON stiamo facendo e che potremmo fare, nel nostro piccolo, per non uccidere queste persone. Perchè di questo si tratta: non facendo niente noi contribuiamo alla morte di queste persone e a rendere la loro vita un inferno.

Chi si merita di essere trattato con tutto questo odio? NON di certo delle persone che fuggono dalla miseria e dalle guerre.

Se non avete letto questo libro, io ve lo consiglio caldamente!

Un pensiero riguardo “Recensione: Eterni prigionieri [Gabriele Iacono]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...