Recensione: Io sono una famiglia. Il gabbiano [Liz Chester Brown]

io sono una faigliaTitolo = Io sono una famiglia. Il gabbiano

Autore = Liz Chester Brown

Genere = Narrativa contemporanea

Pagine = 240

Data di pubblicazione = 2019

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Sullo sfondo di una Liguria arroccata tra cielo e mare, le vicende di Arianna, dall’infanzia all’età matura, raccontate con sereno distacco e un pizzico di ironia. Un dramma familiare moderno che, con la leggerezza di un battito d’ali, non volge mai in tragedia grazie all’incrollabile forza dell’amore. La protagonista, nata e cresciuta senza l’amore materno, riuscirà infatti a uscire dal suo labirinto tirando fuori tutta l’energia positiva e costruttiva trasmessale dal padre e tenuta soffocata dalla malattia della madre. Un racconto che rimanda, per analogie di contenuto e di impalcatura narrativa, al “Notturno” op. 48 n. 1 di Fryderyk Chopin.

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog, per parlarvi di un libro che mi è stato gentilmente inviato dall’autrice.

Vi premetto già che ho divorato questo libro in un paio di giorni. E’ stato così coinvolgente che proprio non sono riuscita a posarlo nemmeno un attimo.

Siamo in Liguria, e protagonista è una donna allo stesso tempo insicura ma anche forte.
Arianna ha avuto un’infanzia difficile, con una madre che non ha mai sopportato nemmeno la sua vista, e un padre che invece la adorava.
La sua infanzia è stata però segnata in modo indelebile, e le insicurezze causate da tutti questi anni l’hanno poi portata a rivolgersi a uno specialista, per cercare di razionalizzare i suoi sentimenti e sensazioni.

L’autrice riesce a descrivere i pensieri della protagonista e dei personaggi principali in modo magistrale. In più punti mi sono sentita parte della storia e anche io ho provato dolore, rabbia o rassegnazione per i meccanismi disfunzionali all’interno di quella famiglia.

Un libro che racconta una storia di vita vera, nella sua tragicità, in modo veritiero e “crudo”. Ma cercare di indorare la pillola sarebbe stato decisamente controproducente.
I fatti raccontanti in questo libro fanno molto riflette su quanto l’ambiente in cui cresciamo influenzi in modo quasi totalitario la nostra vita e il nostro modo di essere.
Ma ci fa anche chiedere: saremmo in grado di reagire contro una persona a cui vogliamo bene? D’altro canto, la mamma è sempre la mamma. Può avere atteggiamenti nocivi nei confronti dei figli, ma loro la vedranno sempre come un punto di riferimento e cercheranno sempre, nel bene e nel male, di farla felice.
Riuscire a capire che ci sono comportamenti che non vanno mai accettati, e soprattutto far entrare un dottore (estraneo) nelle dinamiche familiari, può essere distruttivo. Si va a minare ancora di più il già precario equilibrio familiare.

Con questo libro capiamo però anche quanto questo sia necessario. Affidarsi ai professionisti è l’unica alternativa che abbiamo, per cercare di recuperare il recuperabile.
Un libro che mi ha conquistata.

Avete letto questo libro? Vi piacciono queste tematiche?

Recensione: Il pianeta pirata [Douglas Adams]

il pianeta pirataTitolo = Il pianeta pirata

Autore = Douglas Adams

Pagine = 372

Data di pubblicazione = 2017

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Alla ricerca dei sei frammenti della Chiave del Tempo, il Dottore, Romana e K-9 ne individuano uno sul pianeta Calufrax. Atterrano nel punto giusto… ma sul pianeta sbagliato! Sono infatti giunti su Zanak, un pianeta prospero e felice. Praticamente perfetto. Ma dev’esserci per forza qualcosa di sbagliato, se non c’è nulla di sbagliato, pensa il Dottore. E infatti Zanak nasconde un segreto…

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori! Nuova recensione sul blog per parlarvi di Doctor Who.

Posto che tutti noi amiamo Doctor Who (mi state dicendo che non lo amate? Ma come?! E’ così divertente e intelligente e pazzo, tutto insieme, che davvero non può non avervi conquistato), è il primo libro che leggo con lui come protagonista.

Sono in pari con la serie tv e per questo approcciarmi al libro è stato molto strano: la sensazine era quella di “vedere una puntata al rallentatore”. C’è tutto: le avventure, le idee pazze del Dottore, le sfide, e dei cattivi tanto cattivi.

Il libro è molto ironico e si legge facilmente. L’autore è riuscito a trasporre tutto ciò che io amo nel dottore della serie tv: un soggetto matto, ma anche autoritario e intelligente, profondamente gentile e innamorato della Terra e degli esseri umani.
Un uomo che si finge solitario, ma che non disdegna MAI la compagnia di qualcuno e che anzi è disposto a dare la vita per i suoi amici umani.

La lettura è scorrevole e la storia è piena di colpi di scena, per nulla scontata. Tipici sono gli arrovellamenti del Dottore, come nella serie tv (davvero, vi sembrerà quasi di veder girare gli ingranaggi del suo cervello).

Un aspetto del libro che ho molto apprezzato è che, grazie alla carta, si può indagare molto di più l’Io del dottore, i suoi pensieri e sentimenti, che nella serie tv non traspaiono molto spesso.

Un libro super consigliato!

Avete letto uno dei libri su Doctor Who?