Recensione: Amore zucchero e cannella [Amy Bratley]

amore zucchero e cannellaTitolo = Amore zucchero e cannella

Autore = Amy Bratley

Genere = Narrativa, rosa

Pagine = 352

Data di pubblicazione = 2011

Link Amazon

 

DIVISORE ritagliato

VOTO:

4

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Juliet aspetta da una vita questo momento. Finalmente una casa da dividere con Simon, un vero e proprio nido d’amore pieno di piante di cui prendersi cura e invaso da profumi di torte appena sfornate. Ma il sogno è destinato a svanire: la prima notte nel nuovo appartamento, Juliet scopre che Simon l’ha tradita con la sua migliore amica. Il suo cuore è a pezzi, il dolore insopportabile, quella casa tanto desiderata d’improvviso è ostile. Niente pare esserle d’aiuto. Finché un giorno, rovistando tra le scatole ancora da aprire, Juliet s’imbatte nei vecchi libri della dolce nonna Violet, con cui è cresciuta dopo che la madre l’ha abbandonata. In quelle pagine ingiallite, ricche di preziosi consigli e piene di appunti, Juliet sembra trovare il conforto di cui è in cerca: forse lì c’è quel che serve per tornare ad amare la sua nuova casa e a curarla come avrebbe fatto un tempo sua nonna, ricette segrete per dimenticare ai fornelli chi l’ha fatta soffrire, o tanti modelli di carta che attendono solo le sue mani, per trasformarsi in splendidi foulard, copricuscini, grembiuli pieni di pizzi. Ma un giorno, nascosta tra quelle pagine degli anni Sessanta, Juliet trova una lettera. Una lettera che parla di qualcuno di cui lei ignorava l’esistenza… Il passato sembra riaffiorare e portare con sé un alone di mistero. E se riviverlo fosse l’unico modo per ritrovare se stessa e lasciarsi andare a un nuovo amore?

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori e ben tornati per una nuova recensione!

Ho iniziato questo libro in un periodo in cui ero presissima dallo studio.
Cercavo qualcosa di abbastanza leggero, che non mi facesse stancare ancora di più il cervello dopo ore e ore sui libri dell’università.
Devo dire, a scanso di equivoci, che questo libro si è rivelato un po’ più tosto di quello che mi aspettavo basandomi sulla sola trama.

Dalla trama, infatti, sembra un normalissimo romanzo basato sulla vita di una ragazza. La sua vita, il suo amore, le amicizie, la scuola/lavoro ecc.
Questo libro però tratta anche di temi un po’ più spinosi: tradimento, problemi familiari, l’essere orfani ed essere stati abbandonati.

Dietro la storia della solita giovane a cui non è andata bene la storia d’amore che lei pensava sarebbe durata “per sempre” c’è il racconto della difficoltà di riprendere in mano la propria vita quando tutto va a rotoli.
Cosa che è difficile, soprattutto, quando ci si rende conto che non c’è nessuno abbastanza ben disposto da aiutarti e, anzi, tutto sembra remare controcorrente rispetto alla direzione in cui stai cercando di andare tu.

La vita vale sempre la pena di essere vissuta

Questo è un messaggio che traspare molto chiaramente dal libro.
NON importa se la tua vita va a rotoli perchè il ragazzo che amavi e con cui sognavi di passare la tua vita se ne va con la tua migliore amica, non importa se per un po’ di tempo non saprai che fartene della tua vita e ti sembrerà di non concludere niente. L’importante è non scoraggiarsi perchè prima o poi tutto passa e, anche se è un mantra che dicono tutti, è vero: il tempo cura le ferite (almeno un po’, e in ogni caso abbastanza per permetterti di essere ancora felice).

Aspetto peculiare di questo libro: all’inizio di ogni capitolo c’è una citazione di libri per istruire le brave mogli-casalinghe di una volta, legato in qualche modo alla vita di Juliet.

Obiettivo: cercate di rendere la vostra casa un luogo di pace e ordine dove i vostri mariti possano rinnovarsi nel corpo e nello spirito (“Mensile della brava casalinga”, 1955)

Ho veramente apprezzato questo libro e lo consiglio caldamente alle persone un po’ irrequiete come me, che sono “leggermente” agitate per quello che riserverà loro il futuro e che vorrebbero già sapere come sarà, giusto per prepararsi.

 

Recensione: Le lettere segrete di Jo [Gabrielle Donnelly]

le lettere segrete di joTitolo = Le lettere segrete di Jo

Autore = Gabrielle Donnelly

Genere = Narrativa

Pagine = 375

Data di pubblicazione = 2013

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Lulu è un vero disastro, ne combina una dietro l’altra e, a differenza delle due sorelle, non sa immaginare nitidamente il suo futuro. Passa senza sosta da un lavoretto all’altro, sentendosi sempre più disorientata e insicura. Ma cosa succede se un giorno, in soffitta, mentre rovista in una vecchia valigia alla ricerca di alcune ricette, si imbatte per caso in un plico di lettere scritte nientemeno che dalla trisnonna Jo March, l’intrepida protagonista di “Piccole donne”? Per Lulu non può esserci rivelazione più grande. Timorosa, ma al massimo dell’eccitazione, serba il segreto tutto per sé e si fa trascinare nel mondo delle sorelle March, pieno di analogie con le inquietudini e le disavventure della sua vivace famiglia. E mentre la saggezza e il coraggio di nonna Jo le scaldano il cuore, Lulu sente crescere dentro di sé una forza inaspettata, che la aiuterà a trovare con passo sicuro la sua nuova strada

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori ed eccomi qui con una recensione che non vedevo l’ora di portare sul blog! L’anno scorso mi sono cimentata nella lettura dei 4 romanzi di Piccole donne di Louisa May Alcott (Piccole donne, Piccole donne crescono, Piccoli uomini, I ragazzi di Jo) e li ho amati uno più dell’altro (trovate qui la mia recensione).

Si trattava di libri di formazione che, nonostante siano stati scritti molto tempo fa, andrebbero benissimo anche oggi. Parlavano di valori come l’amore, la famiglia, l’aiutare il prossimo.

E questi valori sono trasposti anche in Le lettere segrete di Jo, dove protagonista è la dolce Lulu, figlia mezzana oltre a Emma e Sophie, che è la bis-bis nipote di quella temeraria Jo March che ci ha incantato in Piccole donne.

La storia parte con una classica immagine di vita familiare: mamma e figlie che pranzano insieme. La storia poi si sviluppa in modo molto più moderno: siamo ai giorni nostri e le battaglie per i diritti femminili si sono già combattute (anche se in realtà non si finisce mai), grazie alla generazione di Jo, di sua figlia e di sua nipote.

Lulu è una tipa vispa ma ancora incerta sul suo futuro (come tutti non fanno altro che ricordarle). Laureata in scienze, non ne vuole sapere di diventare ricercatrice, ma non ha nemmeno idea di cosa vorrebbe fare nella vita. Le piacciono gli animali, le piace cucinare, adora le sue sorelle e ha una migliore amica di nome Charlie. Finchè un giorno la mamma non le chiede di andare in soffitta a cercare un manuale di ricette per la zia Amy (una signorotta che è la bis-nipote della biondissima e affascinante Amy March).

E’ qui che Lulu trova qualcosa che cambierà tutta la sua vita. Le lettere di nonna Jo, la fantomatica patriarca di cui mamma Fee parla con rispetto reverenziale, famosa scrittrice e adorata dalla sua grandissima famiglia.

Leggendole come se fossero piccoli tesori, inconsciamente Lulu, che non racconta delle lettere agli altri componenti della sua famiglia, inizia a farsi permeare dalla personalità intraprendente ma allo stesso tempo innocente di nonna Jo. Con lei come guida ed esempio, anche se vissuta 100 anni prima, Lulu sboccia e finalmente diventa la giovane donna che tutti poi apprezzeranno.

Di questo libro ho davvero amato i riferimenti a Piccole donne. Sembrava quasi che le 4 sorelle fossero lì insieme a Lulu e agli altri e personaggi. La storia è permeata di valori antichi ma importanti ancora oggi, e insegna che non bisogna mai scoraggiarsi: ci si deve impegnare e raggiungere i propri obiettivi, senza paura di quelli che Jo chiamava “fardelli” perchè sono dei pesi congrui se si pensa alla felicità che si troverà alla fine del viaggio.

Tutto questo unito in modo esemplare a sorelle che si rubano i vestiti e si fanno i dispetti, mamme impiccione, problemi di coppia, primi innamoramenti e pure un matrimonio. Proprio come un romanzo fresco e moderno dovrebbe essere.

 

Recensione: Io, robot [Isaac Asimov]

io robotTitolo = Io, robot

Autore = Isaac Asimov

Genere = fantascienza

Pagine = 262

Data di pubblicazione = 1950

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

5

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Io, robot (I Robot) è una raccolta di racconti di fantascienza di Isaac Asimov, del 1950. Contiene 9 storie scritte fra il 1940 e il 1950, che hanno per protagonisti i robot positronici. Sono basate sul tema delle tre leggi della robotica, sulle loro contraddizioni e le loro apparenti falle. Le storie sono scritte in modo da essere ognuna indipendente dalle altre e hanno un tema che conduce all’interazione fra il genere umano, i robot e la morale, e combinati insieme forniscono un’ampia visione dell’opera di Asimov sulla robotica.

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Salve lettori, eccomi qui con una nuova recensione che non vedevo l’ora di scrivere! Era molto tempo che desideravo avvicinarmi al genere fantascientifico, e in particolare ai libri di Asimov. Questo libro mi è stato regalato ed è stato veramente l’approccio perfetto!

Il libro è composto di 9 storie che possono considerarsi autoconclusive, anche se:

  • condividono in parte alcuni personaggi;
  • costituiscono un ordine logico, e quindi andrebbero lette nell’ordine in cui sono scritte.

Si parte infatti da un robot piuttosto “semplice”, creato per fare da babysitter, per continuare con storie su robot sempre più complessi.

Devo ammettere che, forse anche perchè ho visto Doctor Who, ho sempre pensato in modo piuttosto pessimistico allo sviluppo di robot pensanti. Secondo me si trattava non tanto di “se” prenderanno il sopravvento, ma di un “quando”. E proprio qui vengono in luce le 3 leggi della robotica di Asimov, che sono le leggi poste alla base dei cervelli “positronici” pensanti dei robot.

  1. Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, un essere umano riceva danno.
  2. Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non vadano in contrasto alla Prima Legge.
  3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché la salvaguardia di essa non contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.»

Si tratta di uno schema logico piuttosto semplice a primo impatto, in quanto la Prima legge prevale sulla Seconda, e la Seconda prevale sulla Terza. Queste leggi poi sono anche state citate in varie convenzioni europee in tema di robotica sotto il profilo etico, cosa che io trovo veramente interessante.

Questo libro, però, oltre a citare le 3 leggi, mostra anche delle situazioni in cui queste leggi sembrano creare un conflitto interno ai robot, e spiegano i tentativi per poterle risolvere. Ad esempio il robot che, interrogandosi sulla propria esistenza, non rispetta più la seconda legge e non crede che siano stati gli uomini a crearlo in quanto li considera essere inferiori e meno perfetti.

Ho trovato questo libro veramente interessante e mi ha fatto cambiare completamente idea sul tema. Non sono più così scettica, sempre a patto che le 3 leggi siano alla base della costruzione dei robot.

Consiglio il libro: a qualunque età, in particolare a chi si vuole avvicinare al genere ma non sa da dove cominciare.

 

Rory Gilmore reading challenge (GDL)

Buongiorno lettori! Si avvicina LUGLIO 2020 e quindi sapete cosa vuol dire? Sta per iniziare il gruppo di lettura di tutti i libri citati da Rory Gilmore nella serie tv “Una mamma per amica”.

Siamo già un bel gruppetto di pazzi e pazze. Se volete aggiungervi questo è il link telegram e su instagram useremo #rorychallengeITA per ritrovare i post.

Ma veniamo ai fatti: come funziona? Abbiamo selezionato per ora una ventina di libri in base alle nostre preferenze e inizieremo con quelli, estraendoli a sorte. Poi, in base alla lunghezza del libro, sceglieremo in quanto leggerlo e come suddividere la lettura per commentarlo insieme. Ad esempio, il primo libro è niente di meno che Il conte di Montecristo, che ci porterà via tutto luglio.

Di seguito la lista dei libri e un aggiornamento sulle letture svolte e in corso. Sentitevi liberi di aggiungervi in ogni momento. Kiss.

Legenda:

aaa –> letti
aaa -> lettura in corso
(recensione) -> link alla recensione

A fine articolo potete trovare la lista delle letture già affrontate e il tempo di lettura assegnato a ciascun libro.

Libri:

1. 1984 – George Orwell
2. 31 canzoni – Nick Hornby
3. A ciascuno il suo corpo – Mary Rodgers

4. Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carroll
5. Alta fedeltà – Nick Hornby
6. Amabili resti – Alice Sebold
7. Amatissima – Toni Morrison
8. A meno che– Carol Shields
9. Amleto – William Shakespeare
10. Anna dei miracoli – William Gibson
11. Anna Karenina – Leo Tolstoj
12. Arancia meccanica – Anthony Burgess
13. A sangue freddo – Truman Capote
14. A spasso con Daisy – Alfred Uhrv
15. Aspettando Godot – Samuel Beckett
16. Autobiografia di un volto – Lucy Grealy
17. Avere e non avere – Ernest Hemingway
18. Babe maialino coraggioso – Dick King-Smith
19. Balle! E tutti i ballisti che ce le stanno raccontando – Al Franken
20. Balzac e la piccola sarta cinese – Dai Sijie
21. Bambi – Felix Salten
22. Bel Canto – Ann Patchett
23. Beowulf – Seamus Heaney
24. Bhagava Gita
25. Biancaneve e i sette nani – Grimm Brothers
26. Biografie di Winston Churchill
27. Bitch rules. Consigli di comune buonsenso per donne fuori dal comune –
Elizabeth Wurtzel
28. Brick Lane – Monica Ali (Sette mari, tredici fiumi)
29. Bridgadoon – Alan Jay Lerner
30. Camera con vista – E. M. Forster
31. Candido – Voltaire
32. Canto di Natale – Charles Dickens
33. Carrie – Stephen King
34. Cent’anni di solitudine – Gabriel Garcia Marquez
35. Che fine ha fatto Baby Jane? – Henry Farrell
36. Chi ha paura di Virginia Woolf – Edward Albee
37. Chi ha spostato il mio formaggio? – Spencer Johnson
38. Christine. La macchina infernale – Stephen King
39. Cime tempestose – Emily Bronte
40. Come funzionano le cose – David Macaulay
41. Comma 22 – Joseph Heller
42. Cujo – Stephen King
43. Cuore di tenebra – Joseph Conrad
44. Daisy Miller – Henry James
45. David Copperfield – Charles Dickens
46. Delitto e castigo – Fyodor Dostoevsky
47. Don Chisciotte – Cervantes

48. Dr. Jekyll & Mr. Hyde – Robert Louis Stevenson
49. Due giorni alla fine – Tony Vigorito
50. Emily la stramba – Roger Reger
51. Emma – Jane Austen
52. Enciclopedia marrone – Donald J. Sobol
53. Enrico IV, parte I – William Shakespeare
54. Enrico IV, parte II – William Shakespeare
55. Enrico V – William Shakespeare
56. Espiazione – Ian McEwan
57. Ethan Frome – Edith Wharton
58. Etica – Spinoza
59. Eva Luna – Isabel Allende
60. Fahrenheit 451 – Ray Bradbury
61. Fat land. Il paese dei ciccioni. Perché gli americani sono diventati il popolo
più grasso del mondo e come evitare di fare la stessa fine – Greg Critser
62. Fiesta – Ernest Hemingway
63. Fiori per Algernon – Daniel Keyes
64. Foglie d’erba – Walt Whitman
65. Frankenstein – Mary Shelley
66. Franny e Zooey – J.D. Salinger
67. Furore – John Steinbeck
68. Galapagos – Kurt Vonnegut
69. Giovedì mi ucciderai – Gregory McDonald
70. Giulio Cesare – William Shakespeare
71. Grandi speranze – Charles Dickens
72. Guerra e pace – Leo Tolstoy
73. Harry Potter e il calice di fuoco – J. K. Rowling
74. Harry Potter e la pietra filosofale – J. K. Rowling
75. Helter Skelter. Storia del caso Charles Mansondi – Vincent Bugliosi and Curt
Gentry
76. I demoni – Feodor Dostoyevsky
77. I diari – Sylvia Plath
78. I fratelli Bielski – Peter Duffy
79. Il buio oltre la siepe– Harper Lee
80. Il cacciatore di aquiloni – Khaled Hosseini
81. Il circolo della fortuna e della felicità – Amy Tan (recensione)
82. Il codice Da Vinci – Dan Brown
83. Il codice dei Wooster o Jeeves non si smentisce – P.G. Wodehouse
84. Il conte di Montecristo – Alexandre Dumas (recensione)
85. Il corvo – Edgar Allan Poe
86. Il crogiuolo – Arthur Miller
87. Il cucciolo – Marjorie Kinnan Rawlings
88. Il diario di Anna Frank – Anne Frank
89. Il diario di una tata – Emma McLaughlin
90. Il diavolo e la città bianca, Erik Larson
91. Il dio delle piccole cose – Arundhati Roy
92. Il filo del rasoio – W. Somerset Maugham
93. Il giovane Holden – J. D. Salinger 
94. Il gobbo di Notre Dame – Victor Hugo
95. Il grande Gatsby – F. Scott Fitzgerald
96. Il Grinch – Dr. Seuss
97. Il gruppo – Mary McCarthy
98. Iliade – Omero
99. Il laureato – Charles Webb
100. Il maestro e margherita – Mikhail Bulgakov
101. Il mago di Oz – Frank L. Baum
102. Il maratoneta – William Goldman
103. Il meraviglioso mondo di Oz – Frank L. Baum
104. Il mondo nuovo – Aldous Huxley
105. Il nome della rosa – Umberto Eco
106. Il nudo e il morto – Norman Mailer
107. Il padrino: libro 1 – Mario Puzo
108. Il petalo cremisi e il bianco – Michel Faber
109. Il processo – Franz Kafka
110. Il risveglio – Kate Chopin
111. Il ritorno del re – J. R. R. Tolkien
112. Il ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde
113. Il secondo sesso – Simone de Beauvoir
114. Il signore delle mosche – William Golding
115. Il violinista sul tetto – Joseph Stein
116. I miei martedì col professore – Mitch Albom
117. Indietro nel tempo – Jack Finney
118. I pescatori di Peyton – Grace Metalious
119. I poemi – Anne Sexton
120. I racconti di Canterbury – Chaucer
121. I ragazzi della 56esima strada – S. E. Hinton
122. Ironweed – William J. Kennedy
123. I sonetti – William Shakespeare
124. I sublimi segreti delle Ya-Ya Sisters – Rebecca Wells
125. I vangeli gnostici – Elaine Pagels
126. Jane Eyre – Charlotte Bronte (recensione)
127. Kitchen Confidential: Avventure gastronomiche a New York – Anthony
Bourdain
128. L’abbazia di Northanger  – Jane Austen
129. La calunnia – Lillian Hellman
130. La campana di vetro – Sylvia Plath
131. La capanna dello zio Tom – Harriet Beecher Stowe
132. La casa degli spiriti – Isabel Allende
133. La casa di sabbia e nebbia – Andre Dubus III
134. L’Acid Test al Rinfresko Elettriko di – Tom Wolfe
135. La commedia degli errori – William Shakespeare
136. La compagnia dell’anello – J. R. R. Tolkien
137. La crociata dei bambini – Kurt Vonnegut
138. La cugina Bette – Honore de Balzac
139. La custode di mia sorella – Jodi Picoult
140. La disfatta del genere – Judith Butler
141. La Divina Commedia – Dante
142. La donna che leggeva canzoni – Lisa Tucker
143. La dottrina dell’1 per cento. La guerra del terrore e la pericolosa strategia
dell’amministrazione Bush – Ron Suskind
144. La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray
145. La figlia della fortuna – Isabel Allende
146. La fonte meravigliosa – Ayn Rand
147. La fortezza della solitudine – Jonathan Lethem
148. La giungla – Upton Sinclair
149. La guerra del Peloponneso – Donald Kagan
150. La leggenda di Bagger Vance – Steven Pressfield
151. La lettera scarlatta – Nathaniel Hawthorne
152. La lotteria – Shirley Jackson
153. L’amante di Lady Chatterley – D. H. Lawrence
154. La metamorfosi – Franz Kafka
155. La mia Africa – Isac Dineson
156. La mia vita, la mia storia – Hillary Rodham Clinton
157. L’amico comune – Charles Dickens
158. La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger
159. L’anno del pensiero magico – Joan Didion
160. La notte – Elie Wiesel
161. La piccola Dorrit – Charles Dickens
162. La piccola fiammiferaia – Hans Christian Andersen
163. La ragazza interrotta – Susanna Kaysen
164. La rana saltatrice – Mark Twain
165. L’arte della guerra – Sun Tzu
166. L’arte del romanzo – Henry James
167. La scelta di Sophie – William Styron
168. La storia della mia vita – Helen Keller
169. La strada di Swann – Marcel Proust
170. La tela di Carlotta – E. B. White
171. La tenda rossa – Anita Diamant
172. La tragedia del Bounty – Charles Nordhoff and James Norman Hall
173. La valle delle bambole – Jacqueline Susann
174. La vita segreta delle api – Sue Monk Kidd
175. Le allegre comari di Windsor – William Shakespeare
176. Le anime morte – Nikolai Gogol
177. Le avventure di Huckleberry Finn – Mark Twain
178. Le cascate del cuore – Richard Russo
179. Le ceneri di Angela by Frank McCourt
180. Le cinque persone che incontri in cielo – Mitch Albom
181. Le fantastiche avventure di Kavalier & Clay by Michael Chabon
182. Leggere Lolita a Tehran – Azar Nafisi
183. Le nevi del Kilimanjaro – Ernest Hemingway
184. Le sorelle Hunt – Elisabeth Robinson
185. L’età dell’innocenza – Edith Wharton
186. Lettere a un giovane poeta – Rainer Maria Rilke
187. Le vergini suicide – Jeffrey Eugenides
188. Le vite curiose dei cadaveri– Mary Roach
189. Lisa e David – Dr Theodore Issac Rubin M.D
190. L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafon
191. L’omonimo – Jhumpa Lahiri
192. L’opera struggente di un formidabile genio – Dave Eggers
193. L’opposto del fato: un libro di riflessioni – Amy Tan
194. L’oracolo della notte – Paul Auster
195. Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon
196. Love Story – Erich Segal
197. L’ultimo degli uomini – Margaret Atwood
198. L’urlo e il furore – William Faulkner
199. Macbeth – William Shakespeare
200. Madame Bovary – Gustave Flaubert
201. Memorie – Ernest Hemingway
202. Memorie del generale W. T. Sherman – William Tecumseh Sherman
203. Memorie di una ragazza per bene – Simone de Beauvoir
204. Meno di zero – Bret Easton Ellis
205. Mentre morivo – William Faulkner
206. Me parlare bello un giorno – David Sedaris
207. Middlesex – Jeffrey Eugenides
208. Moby Dick – Herman Melville
209. Monsieur Proust – Celeste Albaret
210. Morte di un commesso viaggiatore – Arthur Miller
211. Mrs. Dalloway – Virginia Woolf
212. Narrativa completa – Dorothy Parker
213. Noi siamo infinito – Stephen Chbosky
214. Novelle – Dawn Powell
215. Ogni cosa è illuminata – Jonathan Safran Foer
216. Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen
217. Otello – Shakespeare
218. Pace separata – John Knowles
219. Parla, ricordo – Vladimir Nabokov
220. Passaggio in India – E.M. Forster
221. Paura e disgusto a Las Vegas – Hunter S. Thompson
222. Piccole donne – Louisa May Alcott
223. Pigmalione – George Bernard Shaw
224. Pinocchio – Carlo Collodi

225. Please kill me. Il punk nelle parole dei suoi protagonisti – Legs McNeil, Gillian McCain
226. Poesie di Emily Dickinson – Emily Dickinson
227. Qualcuno volò sul nido del cuculo – Ken Kesey
228. Quando ho imparato a respirare sott’acqua – Julie Orringer
229. Quattrocento – James Mckean
230. Quell’anno a scuola – Tobias Wolff
231. Racconto di due città – Charles Dickens
232. Ragione e sentimento – Jane Austen
233. Raperonzolo – fratelli Grimm
234. Rebecca di Rio Sole – Kate Douglas Wiggin
235. Rebecca la prima moglie – Daphne du Maurier
236. Riccardo III – William Shakespeare
237. Romeo e Giulietta – William Shakespeare
238. Rosemary’s Baby – Ira Levin
239. Santuario – William Faulkner
240. Seabiscuit: una leggenda americana – Laura Hillenbrand
241. Sexus – Henry Miller
242. Shining – Stephen King
243. Siddhartha – Hermann Hesse
244. Sonetti dal portoghese – Elizabeth Barrett Browning
245. Stagioni diverse – Stephen King
246. Sto con la Band – Pamela des Barres
247. Storia del declino e della caduta dell’impero romano – Edward Gibbon
248. Strega: cronache del regno di Oz in rivolta – Gregory Maguire
249. Stuart Little – E. B. White
250. Stupori – Ann Patchett
251. Sulla strada – Jack Kerouac
252. Taccuino di un vecchio sporcaccione – Charles Bukowski
253. Tenera è la notte – F. Scott Fitzgerald
254. Tutti i racconti e le poesie – Edgar Allan Poe
255. Ulisse – James Joyce
255. Una banda di idioti – John Kennedy Toole
256. Un albero cresce a Brooklyn – Betty Smith
257. Una stanza tutta per sé – Virginia Woolf
258. Una tragedia americana – Theodore Dreiser
259. Una vita da lettore – Nick Hornby
260. Una vita di Colette. I segreti della carne – Judith Thurman
261. Un fulmine a ciel sereno e altri saggi – Mary McCarthy
262. Un’isola di stranieri – Andrea Levy
263. Un tram chiamato desiderio – Tennessee Williams
264. Uomini e topi – John Steinbeck
265. Urlo – Allen Ginsberg
266. Venivamo tutte per mare – Julie Otsuka
267. Via col vento –Margaret Mitchell
268. Vita di Pi – Yann Martel
269. Walden – Henry David Thoreau

LIBRI LETTI IN ORDINE:

1. Il conte di Montecristo (Alexandre Dumas) [luglio 2020] —> 5/5
2. Il giovane Holden (JD Salinger) [1-10 ago. 2020] —> 3/5
3. Il circolo della fortuna e della felicità (Amy Tan) [11-31 ago. 2020] —> 4/5
4. La lettera scarlatta (Nathaniel Hatthorne) [1-15 set. 2020] —> 3/5

5. Il buio oltre la siepe (Harper Lee) [16 sett. – 7 ott. 2020] —> 4/5
6. Fahrenheit 451 (Ray Bradbury) [8-14 ott. 2020] —> 4/5
7. Via col vento (Margaret Mitchell) [15 ott. – 17 nov. 2020] —> 4/5
8. La lotteria (Shirley Jackson) [31 ott. 2020] —> 3/5
9. La ragazza interrotta (Susanna Kaysen) [18-27 nov. 2020] —> 3/5
10. La custode di mia sorella (Jodi Picoult) [28 nov. – 8 dic. 2020] —> 4/5
11. La campana di vetro (Sylvia Plath) [9 – 19 dic. 2020] —> 2/5
12. Cime tempestose (Emily Bronte) [20 – 30 dic. 2020] —> 2/5
13. Memorie di una ragazza perbene (Simone de Beauvoir) [12-22 gen. 2021] —> 5/5
14. Frankenstein (Mary Shelley) [22 – 31 gen. 2021] —> 4/5
15. A sangue freddo (Truman Capote) [1 – 28 feb. 2021] —> 4/5
16. Arancia meccanica (Anthony Burgess) [1 – 10 mar. 2021] —> 4/5

17. I diari (Sylvia Plath) [apr. 2021] —> 2/5
18. Don Chisciotte de la Mancha (Cervantes) [mag.- giu. 2021] —> 4/5

19. David Copperfield (Charles Dickens) [lug. 2021] —> 3/5
20. Furore (John Steinbeck) [ago. 2021] —> /5

20. Taccuino di un vecchio sporcaccione (Charles Bukowski) [giu. 2021] —> /5

Reading Challenge 2020

Buon giorno lettori, anche quest’anno partecipo alla maratona di lettura di Goodreads (qui il link al mio profilo).

Quest’anno mi sono ripromessa di leggere almeno 35 libri. Lo so lo so, non sono molti, ma i miei esami sono su libri sempre più cicciotti, e sono tornata da poco dall’Erasmus. Ultimamente non ho avuto molto tempo per dedicarmi alla lettura, purtroppo.

Però sto partecipando alla #rorychallengeita e ad alcuni altri GDL, e quindi prevedo che leggerò un saaacco di nuovi libri!

[NB vicino ad ogni libro metterò il link alla recensione una volta pubblicata]

DIVISORE ritagliato

Questi sono i libri che ho letto fin’ora:

  1. La verità sul caso Harry Quebert (Joel Dicker) – 5/5
  2. La bussola d’oro (Queste oscure materie #1) (Phillip Pullman) – 4.5/5
  3. La lama sottile (Queste oscure materie #2) (Phillip Pullman) – 4.5/5
  4. Teardrop (Teardrop #1) (Lauren Kate) – 4/5 (recensione)
  5. Il cannocchiale d’ambra (Queste oscure materie #3) (Phillip Pullman) – 4/5 (recensione)
  6. Waterfall (Teardrop #2) (Lauren Kate) – 3/5 (recensione)
  7. Baci segreti e lettere d’amore (Rowan Coleman) – 4/5 (recensione)
  8. Flower (Elizabeth Craft & Shea Olsen) – 2/5 (recensione)
  9. Amore, zucchero e cannella (Amy Bratley) – 4/5 (recensione)
  10. Tentazione nelle Highlands (Terri Brisbin) – 4/5
  11. Gli occhi della Gioconda (Alberto Angela) – 4/5
  12. Le cronache di Lùndra (#1) – l’ascesa (Leroy Klagen) – 4/5 (recensione)
  13. Io, robot (Isaac Asimov) – 5/5 (recensione)
  14. Le lettere segrete di Jo (Gabrielle Donnelly) – 5/5 (recensione)
  15. Jane Eyre (Charlotte Bronte) – 5/5 (recensione)
  16. Alice attraverso lo specchio (Lewis Carroll) – 1/5
  17. ACOTAR (ACOTAR #1) (Sarah J. Maas) – 5/5
  18. Origin (Robert Langdon #5) (Dan Brown) – 4/5 (recensione)
  19. Echi lontani (Francesca Banchini e Silvia Mannelli) – 4/5 (recensione)
  20. Il conte di Montecristo (Alexandre Dumas) – 5/5 (recensione)
  21. Detto, fatto (David Allen) – 5/5
  22. Sono sempre io (Io prima di te #3) (Jojo Moyes) – 4/5 (recensione)
  23. The siren (Kiera Cass) – 4/5 (recensione)
  24. Siamo ancora qui (Danielle SeeWalker) – 5/5
  25. La congiura (Federica Introna) – 4/5 (recensione)
  26. La ballerina dello zar (Adrienne Sharp) – 4/5 (recensione)
  27. Il circolo della fortuna e della felicità (Amy Tan) – 4/5 (recensione)
  28. Noi siamo infinito (Stephen Chbosky) – 4/5
  29. Il giovane Holden (JD Salinger) – rilettura – 3/5
  30. Stepsister (Jennifer Donnelly) – 5/5 (recensione)
  31. Impero (Alberto Angela) – 5/5 (recensione)
  32. Il racconto dell’ancella (Margaret Atwood) – 4/5
  33. Ragione e sentimento (Jane Austen) – 4/5
  34. 9 novembre (Coleen Hoover) – 5/5
  35. A colpi di cannonau (Titania Blesh) – 4/5 (recensione)
  36. Sissi, vita e leggenda di un’imperatrice (Nicole Avril) – 5/5 (recensione)
  37. L’orso e l’usignolo (Katherine Arden) – 5/5
  38. La lettera scarlatta (Nathaniel Hawthorne) – 3/5
  39. Il processo (Franz Kafka) – 3/5
  40. La ragazza nella torre (Katherine Arden) – 4/5
  41. L’inverno della strega (Katherine Arden) – 4/5
  42. Lo hobbit (JRR Tolkien) – 4/5
  43. La ragazza della baita di mare (Piccarda Morganti) – 4/5 (recensione)
  44. Via col vento (Margaret Mithcell) – 4/5
  45. Raven boys (The raven cycle #3) (Maggie Stiefvater) – 4/5
  46. Eterni prigionieri (Gabriele Iacono) – 5/5 (recensione)
  47. Graceling (Graceling realm #1) (Kristin Cashore) – 5/5
  48. La lotteria (Shirley Jackson) – 3/5
  49. I testamenti (Margaret Atwood) – 4/5
  50. Fire (Graceling realm #2) (Kristin Cashore) – 5/5
  51. I Buddenbrook (Thomas Mann) – 4/5
  52. Bitterblue (Graceling realm #3) (Kristin Cashore) – 5/5
  53. La ragazza interrotta (Susanna Kaysen) – 3/5
  54. Il signore degli anelli #1 – la compagnia dell’anello (Tolkien) – 3/5
  55. Le sette morti di Evelyn Hardcastle (Stuart Turton) – 5/5
  56. Io sono una famiglia. Il gabbiano (Liz Chester-Brown) – 5/5 (recensione)
  57. Voci di ieri (Martin Maiuri) – 4/5
  58. La custode di mia sorella (Jodi Picoult) – 4/5
  59. La campana di vetro (Sylvia Plath) – 2/5
  60. La piramide rossa (the Kane chronicles #1) (Rick Riordan) – 5/5
  61. Il trono di fuoco (the Kane chronicles #2) (Rick Riordan) – 4/5
  62. Circe (Madeline Miller) – 5/5
  63. Il signore degli anelli #2  – le due torri (Tolkien) – 3/5
  64. L’ombra del serpente (the Kane chronicles #3) (Rick Riordan) – 5/5
  65. Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – le storie segrete (Rick Riordan) – 5/5
  66. Il signore degli anelli #3 – il ritorno del re (Tolkien) – 4/5
  67. L’attraversaspecchi #1 – fidanzati dell’inverno (Christelle Dabos) – 5/5

Anche voi partecipate a questa challenge? Avete letto qualcuno di questi libri?

Buone letture!

/Veronica