Segnalazione: il 2/09 esce “Una notte buia di settembre” [Valerio Marra]

una notte buia di settembreTitolo = Una notte buia di settembre

Autore = Valerio Marra

Genere = thriller

Pagine = 288

Data di pubblicazione = 2 settembre 2021

Editore = Newton Compton Editori

Prezzo = € 9,40 (ebook € 4,99)

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Un caso complicato per il commissario Festa. Il chitarrista Angelo Donati – membro di una band che è stata famosa per circa un decennio, ma ora sul viale del tramonto – viene trovato morto nel suo appartamento. L’uomo pare essere stato strangolato. Il commissario Festa, incaricato delle indagini, è convinto che la vittima conoscesse il suo assassino: la serratura dell’appartamento infatti non è stata forzata. Le indagini si muovono su due filoni, strettamente connessi: quello legato al mondo della droga e quello relativo all’ambiente musicale. La dipendenza dalla cocaina aveva infatti reso il musicista inaffidabile e inviso agli altri membri della band e anche alla sua stessa fidanzata. Mentre scava nei rapporti di Donati, Festa scopre che la vicenda è molto più sfaccettata e intricata di quanto pensasse, e che la musica e la droga potrebbero non essere le uniche due chiavi per risolverla… Un giallo appassionante, coinvolgente e spiazzante. Sono sempre i peggiori ad andarsene… Hanno scritto dei suoi libri:  «Se nella vita non bisogna fidarsi delle apparenze, questo romanzo giallo conferma in toto questa tesi.»  «Chiuso il libro, qualcosa continua a scavarti dentro, come un tarlo, lasciandoti un retrogusto dolce e amaro.» «Questo è un thriller che morde e lascia il segno.» «Magistrale. Scritto con il cuore, con un registro stilistico impeccabile, non lascia indifferenti ed entra sotto la pelle.»

DIVISORE ritagliato

Vi ispira questo libro? Presto troverete
anche la recensione sul blog

Recensione: Baci segreti e lettere d’amore [Rowan Coleman]

baci segreti e lettere d'amoreTitolo = Baci segreti e lettere d’amore

Autore = Rowan Coleman

Genere = Narrativa, rosa

Pagine = 313

Data di pubblicazione = 2012

Link Amazon

DIVISORE ritagliato

VOTO:

4

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Ellie Woods trascorre le sue giornate immersa tra le pagine dei romanzi d’amore. Ma la realtà per lei è molto poco rosea: ha avuto la sua occasione per essere felice quando ha sposato l’amato Nick, ma, dopo quindici anni, la tragica e prematura morte del marito l’ha lasciata con un figlio adolescente e una montagna di debiti. Sull’orlo della bancarotta, Ellie rischia di perdere persino la bella casa vittoriana che è diventata il suo rifugio. All’orizzonte si profila una sola, drastica soluzione: cedere alle insistenze della sorella Hannah e affittare alcune camere della dimora. Entrano così nella sua vita l’eccentrica scrittrice Allegra; Sabine, in trasferta da Berlino e fresca di separazione dal marito infedele; e Matt, giornalista emergente, appassionato di riviste per soli uomini. Tutti hanno problemi e questioni irrisolte, ma grazie a loro Ellie scoprirà che fuori dalle rassicuranti mura domestiche c’è un mondo di opportunità. Ora che ha aperto la porta, troverà il coraggio di uscire per imparare di nuovo a vivere e ad amare?

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Ellen si fece forza sotto l’implacabile cielo blu e si chiese se una giornata così tersa fosse appropriata a un’occasione come quella. Neppure un alito di vento muoveva le foglie delle querce, il calore del sole la pizzicava attraverso la camicetta di cotone e la giacca, facendolo scendere un rivolo di sudore tra le scapole

Salve lettori e benvenuti con una nuova recensione. Oggi vi parlo di un libro che mi ha veramente molto colpita. L’ho iniziato in un momento in cui non volevo buttarmi su dei mattoni: avevo solo bisogno di rilassarmi un po’ con una lettura leggera.
Questa non è stata una lettura leggera come mi aspettavo, ma mi va benissimo così perchè ho scoperto una piccola perla.

Questo libro è molto più profondo di quello che si può immaginare leggendo solo la trama. Parla di amore, di perdita, di dolore e soprattutto descrive appieno la sensazione, che prima o poi assilla ognuno di noi, di sentire la propria vita andare sempre più fuori controllo.

Questo libro parla di dolore ma anche di rinascita. Ci insegna che l’amore è importante ed è un sentimento inevitabile, ma che esso, e il dolore che ne può derivare, non può e non deve annullarci. Noi siamo persone integre e possiamo essere autosufficienti, nonostante i sentimenti negativi per la perdita di qualcuno che amiamo ci facciano soffrire.

Alcuni concetti fondamentali del libro sono:
– non è mai troppo tardi per ricominciare a vivere e a goderci quello che la vita può offrire;
– sopravvivere, lasciando passare sulle proprie spalle i giorni, non è vivere. E’ solo attendere di morire: e noi non possiamo permetterci di trascorrere così il nostro tempo. E’ uno spreco inutile perchè, nello stesso tempo che noi lasciamo inutilmente passare, noi potremmo tornare a essere felici.

“Diventare sé stessi, trovare la strada che ci offrirà più soddisfazione gioia nella vita, è una lotta. Molte persone non ci provo nemmeno, lasciano semplicemente che la loro vita segua il percorso che incontrano all’inizio e si accontentano. Ma per me non era abbastanza e non lo dovrebbe essere per te.”

In questo libro la speranza e l’amore sono delle forze che riescono a compiere miracoli, cambiano le persone e le fanno tornare a sprizzare felicità.

Per concludere confermo quindi che questo libro è stato una bella scoperta. In alcuni punti era un po’ troppo cupo e i problemi psichici della protagonista dovuti alla relazione malsana col marito sono stati trattati in alcuni tratti alla leggera, ma oltre a questo ritengo sia un libro che merita davvero di essere letto. Mentre leggevo ho proprio sentito la voglia di mettermi a fare cose, di non sprecare tempo. E secondo me è questo l’importante dei libri: quando ti lasciano qualcosa anche quando è stata conclusa l’ultima pagina.

E voi avete letto questo libro?

Recensione: Flower [Elizabeth Craft & Shea Olsen]

flowerTitolo = Flower

Autore = Elizabeth Craft & Shea Olsen

Genere = narrativa, romance

Pagine = 286

Data di pubblicazione = 2016

Link Amazon

 

DIVISORE ritagliato

VOTO:

2

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Charlotte vive con la nonna ed è una ragazza con la testa sulle spalle: bravissima a scuola, lavora in un negozio di fiori per pagarsi gli studi e nel tempo libero si prepara per l’ammissione alla prestigiosa università di Stanford. È molto concentrata e non si concede distrazioni, niente uscite serali e soprattutto niente ragazzi: la sua più grande paura è infatti quella di fare la fine di tutte le donne della sua famiglia, che hanno rinunciato a seguire le proprie aspirazioni a causa dell’amore. Una sera, all’ora di chiusura, entra nel suo negozio un misterioso e affascinante cliente, ombroso ma gentile, che le fa strane domande. Nonostante ne rimanga colpita, Charlotte è sicura di non rivederlo mai più… E invece la mattina dopo le viene recapitato in classe un mazzo di rose purpuree, i suoi fiori preferiti. A mandarglieli è stato proprio Tate, il ragazzo della sera prima, che inizia a corteggiarla in modo molto discreto ma deciso. Charlotte, dopo le resistenze iniziali, decide di uscire con lui per una sola sera. Ma appena fuori dal ristorante vengono assaliti da folla di paparazzi che grida il nome di Tate… Chi è davvero quel misterioso ragazzo e cosa nasconde dietro quei bellissimi occhi malinconici?

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori!
Oggi vi porto la recensione di un libro che ha spopolato su bookstagram quando è uscito. La trama però non mi convinceva appieno e quindi non mi sono fiondata a leggerlo. Non pensavo nemmeno che lo avrei recuperato, se non lo avessi trovato in perfette condizioni al mercatino dell’usato.

Per quanto riguarda la storia, la lettura è iniziata senza molto entusiasmo perchè avevo già letto alcune recensioni che lo criticavano un po’.
L’ho letto comunque senza pregiudizi perchè le recensioni altrui, tranne che in pochissimi casi, non mi influenzano per niente.

Devo dire però che la media di stelline che ho visto su IG questa volta ha centrato in pieno.
Si tratta di una storia d’amore di quelle “impossibili”, quelle dove c’è la ragazzina “qualunque” che incontra il principe/cantante/ragazzo ricco o famoso. Si innamorano nonostante le vite completamente diverse e vivono poi felici e contenti.

Certo non sto dicendo che una storia del genere non sia possibile, ma già così si capisce che la maggior parte di avvenimenti, discorsi e personaggi sono poco realistici.
Se però siamo consci di questa cosa, allora la storia diventa già più leggibile, ma solo un po’.

Infatti per praticamente tutta la narrazione, una volta capito chi è il protagonista, è facile capire quale sarà l’evento/sventura successiva e anche quelli che dovevano essere super colpi di scena non stupiscono proprio per niente.

Ma fino a qui diciamo che ci può anche stare: libro un po’ monotono ma la lettura può proseguire.

E INVECE NO! Perchè tutto il libro è disseminato di una quantità allucinante di MESSAGGI  completamente SBAGLIATI: è il ragazzo che alla fine decide non solo cosa fare o dove andare ma decide sulla relazione stessa; una ragazza che inizialmente sembra resistere a queste manipolazioni ma che poi si lascia tranquillamente sopraffare senza lamentarsi. Inoltre c’è anche una critica molto radicata e persistente (a causa delle esperienza familiari della protagonista) sulle relazioni durante la giovinezza, che sono viste come “vie per la perdizione da cui non si può tornare indietro e che automaticamente rovinano la vita”.

Concludo dicendo che, nonostante la trama un po’ piatta, il libro sarebbe anche stato da 3 stelle (che per me è la “sufficienza”), ma dati tutti questi messaggi sbagliati 2 stelline sono proprio meritate.

Avete letto anche voi questo libro? Cosa ne pensate?

Recensione: Amore zucchero e cannella [Amy Bratley]

amore zucchero e cannellaTitolo = Amore zucchero e cannella

Autore = Amy Bratley

Genere = Narrativa, rosa

Pagine = 352

Data di pubblicazione = 2011

Link Amazon

 

DIVISORE ritagliato

VOTO:

4

DIVISORE ritagliato

TRAMA:

Juliet aspetta da una vita questo momento. Finalmente una casa da dividere con Simon, un vero e proprio nido d’amore pieno di piante di cui prendersi cura e invaso da profumi di torte appena sfornate. Ma il sogno è destinato a svanire: la prima notte nel nuovo appartamento, Juliet scopre che Simon l’ha tradita con la sua migliore amica. Il suo cuore è a pezzi, il dolore insopportabile, quella casa tanto desiderata d’improvviso è ostile. Niente pare esserle d’aiuto. Finché un giorno, rovistando tra le scatole ancora da aprire, Juliet s’imbatte nei vecchi libri della dolce nonna Violet, con cui è cresciuta dopo che la madre l’ha abbandonata. In quelle pagine ingiallite, ricche di preziosi consigli e piene di appunti, Juliet sembra trovare il conforto di cui è in cerca: forse lì c’è quel che serve per tornare ad amare la sua nuova casa e a curarla come avrebbe fatto un tempo sua nonna, ricette segrete per dimenticare ai fornelli chi l’ha fatta soffrire, o tanti modelli di carta che attendono solo le sue mani, per trasformarsi in splendidi foulard, copricuscini, grembiuli pieni di pizzi. Ma un giorno, nascosta tra quelle pagine degli anni Sessanta, Juliet trova una lettera. Una lettera che parla di qualcuno di cui lei ignorava l’esistenza… Il passato sembra riaffiorare e portare con sé un alone di mistero. E se riviverlo fosse l’unico modo per ritrovare se stessa e lasciarsi andare a un nuovo amore?

DIVISORE ritagliato

RECENSIONE:

Buongiorno lettori e ben tornati per una nuova recensione!

Ho iniziato questo libro in un periodo in cui ero presissima dallo studio.
Cercavo qualcosa di abbastanza leggero, che non mi facesse stancare ancora di più il cervello dopo ore e ore sui libri dell’università.
Devo dire, a scanso di equivoci, che questo libro si è rivelato un po’ più tosto di quello che mi aspettavo basandomi sulla sola trama.

Dalla trama, infatti, sembra un normalissimo romanzo basato sulla vita di una ragazza. La sua vita, il suo amore, le amicizie, la scuola/lavoro ecc.
Questo libro però tratta anche di temi un po’ più spinosi: tradimento, problemi familiari, l’essere orfani ed essere stati abbandonati.

Dietro la storia della solita giovane a cui non è andata bene la storia d’amore che lei pensava sarebbe durata “per sempre” c’è il racconto della difficoltà di riprendere in mano la propria vita quando tutto va a rotoli.
Cosa che è difficile, soprattutto, quando ci si rende conto che non c’è nessuno abbastanza ben disposto da aiutarti e, anzi, tutto sembra remare controcorrente rispetto alla direzione in cui stai cercando di andare tu.

La vita vale sempre la pena di essere vissuta

Questo è un messaggio che traspare molto chiaramente dal libro.
NON importa se la tua vita va a rotoli perchè il ragazzo che amavi e con cui sognavi di passare la tua vita se ne va con la tua migliore amica, non importa se per un po’ di tempo non saprai che fartene della tua vita e ti sembrerà di non concludere niente. L’importante è non scoraggiarsi perchè prima o poi tutto passa e, anche se è un mantra che dicono tutti, è vero: il tempo cura le ferite (almeno un po’, e in ogni caso abbastanza per permetterti di essere ancora felice).

Aspetto peculiare di questo libro: all’inizio di ogni capitolo c’è una citazione di libri per istruire le brave mogli-casalinghe di una volta, legato in qualche modo alla vita di Juliet.

Obiettivo: cercate di rendere la vostra casa un luogo di pace e ordine dove i vostri mariti possano rinnovarsi nel corpo e nello spirito (“Mensile della brava casalinga”, 1955)

Ho veramente apprezzato questo libro e lo consiglio caldamente alle persone un po’ irrequiete come me, che sono “leggermente” agitate per quello che riserverà loro il futuro e che vorrebbero già sapere come sarà, giusto per prepararsi.